1 thought on “Migliorare l’ambiente digitale”

  1. 1
    paolo panzeri says:

    I prodotti sia HW che SW, ormai quasi tutto escluso forse il cibo, che vengono usati, sono concepiti anni prima e sviluppati in alcuni anni. Ciò di cui possiamo discutere dopo, tranne le bugs, di solito sono già stati previsti e apparterranno ai prossimi prodotti che useremo. Noi restiamo indietro almeno di 3 anni sul civile, di 5 sull’industriale, di 10 sul militare e 20 sulla ricerca.

    Possiamo partecipare alla progettazione, se siamo bravi, o possiamo crearne di nuovi, ma dobbiamo essere molto bravi, ma molto.

    Il resto è marketing più o meno generato dalle aziende.

    Comunque la massa dei “clienti” non presta particolare attenzione e fa quello che le appare, o quello che ha sentito dire dagli amici “esperti”.

    E’ tutto molto complicato e difficilissimo da capire e da fare, non si può pensare che con una intelligenza e una cultura normale si possa dare qualche indicazione significativa.

    La scienza e la tecnologia non sono attività democratiche.

    Poi i “consigli” si possono sempre dare, sapendo però che in fin dei conti lo si fa solo per mettersi l’animo in pace.

    Non è una visione pessimistica, è la realtà da almeno 50 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *