Vedere i monti dal cielo

Vedere i monti dal cielo per me significa “avventura verticale”.

Non sono capace di volare con il parapendio o con l’aliante, non amo l’adrenalina del base-jump, mi rimane dunque l’opzione verticale.

Panorama dalla vetta del Catinaccio d’Antermoia
Dalla vetta del Catinaccio d'Antermoia. Si intravede il Lago d'Antermoia. Sullo sfondo Sassolungo e Sella. 29.08.1985

Qualcuno dirà che è più comodo raggiungere una cima camminando e da lì concedersi il panorama: non posso e non voglio contraddirlo. La maggior parte delle cime, se guadagnate con un po’ di fatica, ti concede, osservando lo spazio circostante la vetta, momenti estatici.

Potremmo dire che non può esistere vero panorama senza la fatica: il panorama oggettivamente è uguale in ogni caso, ma per chi ha fatto fatica assume una rilevanza soggettiva che fa la differenza, direi di più, che fa l’esperienza.

In vetta alla Seconda Torre di Sella
A. Gogna, Seconda Torre di Sella, via Bataian, quarta ascensione, in vetta

Arrampicare sulle pareti di roccia o di ghiaccio è un viaggio del corpo ma anche, e soprattutto, della mente. Aggiungere pericolo alla fatica ti apre a percezioni inaudite. Quando sei esposto al vuoto ti sembra che la terra non sia solo bella, ma sia così come è più desiderabile di quanto tu abbia mai pensato. Non c’è come partire per voler tornare o comunque arrivare, e ciò che si vede in viaggio fa coincidere la partenza con l’arrivo.

Camminare e arrampicare sono forme grezze di pensiero: con esse puoi ringraziare il Creatore, oppure saziartene come forma artistica; puoi immergerti in esse come in un bagno di Natura, puoi trovare facilmente come esprimere il tuo amore. Perfino il tuo io può apprezzare ciò che vedi come sfondo delle tue gesta, con il pericolo di gonfiarsi a dismisura. Pericolo che si aggiunge ai pericoli, perciò esperienza che si aggiunge a esperienza.

In arrampicata sulla via Duelfer del Catinaccio d’Antermoia
In arrampicata sulla via Dülfer al Catinaccio d'Antermoia

postato l’11 dicembre 2014

0
Vedere i monti dal cielo ultima modifica: 2014-12-11T07:00:32+00:00 da Alessandro Gogna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *